Il pauroso ritorno del mostro Mangia-Mangia

di Beppi Menozzi

Il gioco dell'Othello ha la particolare caratteristica, rispetto ad altri, di portare un neofita non solo a fare le mosse sbagliate, ma a fare le peggiori. Chi non conosce niente della teoria che sta dietro il nostro gioco infatti tende subito ad applicare il mitico spauracchio di tutti: il mostruoso Mangia-Mangia!
Trattasi di tattica particolarmente odiosa perché, pur dando sempre la possibilità all'avversario di vincere o stravincere, chi subisce tale tattica, se non è un computer, rischia di ritrovarsi al contrario improvvisamente in ambasce ed essere magari pure sbeffeggiato dal pazzo di turno che si trova con una vittoria senza sapere che cosa ha rischiato. Che umiliazione! Cosa diranno i nostri figli e le nostre mogli? Per non parlare del buchholz!

I pericoli per chi contrasta il mostro Mangia-Mangia sono essenzialmente due:

  1. che finisca per morire divorato (wipe-out). La partita è persa in maniera disastrosa: 64-0! Nella maggior parte dei casi il giocatore che ha subìto questo disastro poteva portare la partita sulla via della vittoria appena poche mosse prima;
  2. che finisca per agonizzare soffocato (simil-betonage). Probabilmente anche qui poteva salvarsi, ma non è riuscito a prendere una diagonale, un po' di centro; il colpo di grazia non è arrivato e le sue poche pedine sparse, col diminuire delle caselle vuote, hanno via via concesso sempre meno mosse, fino a lasciare solo quelle deleterie.

Il tempo di rendersi conto che il mite giocatore che hanno di fronte è in realtà un temibile generatore di affamati Mostri Mangia-Mangia, e i buoni cacciatori subito modificano le proprie tattiche per adattarsi a simili emergenze.
Ma non è certo per parlare di questo che scrivo e occupo il mio e vostro tempo: ogni giocatore appena-appena esperto sa riconoscere l'essere mostruoso ed affrontare le due emergenze di cui sopra.
Il motivo per cui scrivo questo è che ho rintracciato una vecchissima partita giocata su ios (Internet Othello Service) contro tal ans.
Si tratta certo di una partita di scarsissimo valore tecnico, in cui il vero errore mio, nella fretta, è stato quello di non sapermi rendere conto che il mostro Mangia-Mangia che avevo di fronte era in realtà di una specie rarissima, che ha saputo adattarsi per affrontare al meglio le contromosse ai due punti di cui sopra; una vera evoluzione naturale della specie.

In una situazione circa pari io ero in attesa di poter prendere la diagonale c3-g7 o di attaccare in qualche modo il cinque, e nel frattempo mi ero cautelato dal 64-0 prendendo un bordo, e lui mi ha assalito alle spalle lasciandomi a bocca aperta.
È stato lì che mi sono reso conto che Darwin aveva ragione: anche le tattiche di Othello si evolvono e si adattano, ed io ne avevo scoperto una nuova rara forma strisciante, un vero incrocio contro-natura fra le due terribili specie già note di mostro Mangia-Mangia! Una bestiaccia schifosa, ma un eccezionale esemplare che neppure i più istruiti cacciatori elettronici, a 29 mosse dalla fine, sapevano affrontare.
ans ha mosso immediatamente e senza alcuna esitazione; voi sareste stati capaci di farlo?

Soluzione:
Tocca al nero, prossima mossa... A6!