Skip Navigation LinksHome page > Album > 2018 > Verbale di assemblea
Verbale

Assemblea dei Soci

Alle ore 21.30 del 14 settembre 2018 si tiene, in seconda convocazione, l'Assemblea dei Soci del Labyrinth presso la Società Operaia Cattolica "S.Bartolomeo" di via S.Bartolomeo della Certosa 13, Genova, per discutere l'Ordine del Giorno come da lettera di convocazione del 13 agosto scorso.
Sono presenti i seguenti soci con diritto di voto: Enzo Bartolini, William Benvenuto, Paolo Bianchi, Claudio Camodeca, Maurizio Castore, Gabriella Ciglia, Stefano Iacono, Fabrizio Longone, Marco Martinetti, Piera Ottonello, Maurizio Scala e Luca Simetti.
Presiede l'Assemblea il Presidente Paolo Bianchi, segretario Stefano Iacono.

1. Approvazione del rendiconto annuale consuntivo e bilancio preventivo; delibera ammontare quota associativa per l'anno 2019; offerta pecuniaria a Certosa
Il Presidente Paolo Bianchi legge la relazione sulle attività svolte in questa stagione e mostra ai convenuti il bilancio consuntivo dell'anno 2017-18 e preventivo 2018-19.
Il GGA si è chiuso con 191 presenze complessive, 32 partecipanti al circuito di King con 169 presenze, 26 al circuito di Burraco con 161 presenze e 14 coppie in quello di King a coppie per altre 135 presenze, chiuso invece il circuito di Scrabble per mancanza di partecipanti.
Le principali voci di attivo del bilancio vedono le quote associative (265,00 €), le quote associative delle scuole (1.675,00 €) e le iscrizioni ai tornei (573,00 € al GGA, 507,00 € al circuito di King, 483,00 € al circuito di Burraco e 405,00 € a quello di King a coppie). Il bilancio consuntivo 2017-18 si chiude con un residuo di 945,17 €, posto ai voti viene approvato all'unanimità.
Il bilancio preventivo 2018-19, che tra le altre voci prevede la conferma dell'offerta alla sede S.Bartolomeo di 350,00 €, viene approvato all'unanimità.

2. Punto della situazione sulla attività nelle scuole
Presenta la relazione Enzo Bartolini. Quest'anno l'attività nelle scuole ha coinvolto una dozzina di scuole e circa 2000 bambini, in gran parte tesserati. Con la scuola Garaventa è partito il progetto finanziato dalla Fondazione S.Paolo, tuttavia vi è stato un problema col bonifico di cui siamo in attesa e che contiamo di risolvere nei prossimi giorni.
Tra le altre partecipazioni o collaborazioni, segnaliamo la giornata di presentazione dei giochi di riflessione e sport della mente organizzata dal CONI presso la A.B.G. di corso Montegrappa e la Festa dello Sport, che ha ottenuto una citazione su DamaSport, la rivista della Federazione Italiana Dama.

3. Proposta di cambiamento del punteggio valido per i Re (Picche, Fiori e Denari) in modo che i podi pesino di più rispetto alla partecipazione
Enzo Bartolini presenta la proposta di revisione dei punteggi validi per i Re di Picche, Fiori e Denari.
Dopo breve disamina delle motivazioni, la proposta, messa ai voti, viene bocciata avendo ottenuto 7 voti contrari, 2 a favore e 3 astenuti.
Una possibile idea alternativa, di ridurre la scaletta dei punti fino al 10° classificato anziché fino al 20°, viene rimandata alla Commissione Regolamenti.

4. Proposta di revisione regolamenti
Stefano Iacono presenta il lavoro di revisione dei regolamenti fatto quest'anno, consistito nella separazione delle regole di gioco di Cuori, King, King a coppie e Whist dalle regole di gestione dei tornei dei suddetti giochi. A tal fine è nato un nuovo "Regolamento dei tornei" che elenca le possibili modalità di gestione di qualunque torneo al Labyrinth.
Assieme a Maurizio Scala viene inoltre presentata la proposta di introdurre, nei tornei del Re di Cuori, un punteggio di partenza ai finalisti in funzione della classifica finale del torneo. Dopo lunga discussione, la proposta, messa ai voti, ottiene 5 voti a favore, 5 contrari e 2 astenuti, pertanto, non avendo ottenuto una chiara maggioranza, la proposta non viene accolta.
Viene invece approvata, con 10 voti a favore e 2 astenuti, la nuova modalità di gestione dei c.d. "Jolly", che consiste nell'alternare, in caso di necessità, i giocatori in ordine di classifica a partire dall'alto.

5. Abrogazione dell'articolo 5 del Regolamento Interno per la parte in cui, in riferimento ai componenti della Commissione Regolamenti, recita: "I componenti di questa Commissione possono partecipare alle gare e alle classifiche della stagione ma s'impegnano a non partecipare ai Play Off", da sostituire con: "Nel caso in cui un componente della Commissione arrivi a disputare la fase di Play Off l'arbitraggio di questa sarà affidata ad uno dei restanti membri della Commissione oppure in subordine: 1) ad un socio indicato da tutti e 4 i finalisti; 2) ad un socio designato dal Consiglio Direttivo (senza far votare eventuali finalisti membri del CD)"
Paolo Bianchi presenta questa proposta di revisione del Regolamento Interno. Stefano Iacono ne spiega le chiare motivazioni storiche che resero necessaria questa misura, volta a tutelare la imparzialità e la terzietà di chi decide le regole rispetto a chi deve giocare, ma ne spiega anche i motivi per cui questa norma nel tempo è divenuta obsoleta: i regolamenti, specificatamente quelli delle finali, sono consolidati ormai da anni e immutati almeno da 5, se non di più.
Dalla proposta, per come è presentata, va però tolto il punto 1, sportivamente inaccettabile, e pertanto viene presentata la seguente formulazione: "Nel caso in cui un componente della Commissione arrivi a disputare la fase di Play Off l'arbitraggio di questa sarà affidata ad uno dei restanti membri della Commissione oppure, in subordine, ad un socio designato dal Consiglio Direttivo (senza far votare eventuali finalisti membri del CD).".
Messa ai voti, la proposta viene approvata all'unanimità.

6. Pianificazione dell'attività ludica: definizione struttura, scelta dei giochi e calendario del GGA 2018-19 e dei circuiti mensili
La discussione parte dal Re di Picche: i giochi sportivi vedono un certo calo di partecipanti ma soprattutto l'incertezza circa la disponibilità di spazi per disputare Petanque. Dopo approfondita discussione, si decide di mantenere il Re di Picche su 3 giochi, Carrom, Petanque e Freccette, con l'eventualità di sacrificare il torneo di Petanque. In questo caso, si stabilisce di far valere entrambi i tornei per la classifica del Re di Picche, senza scarti, e di aumentare da 4 a 5 i tornei del Re di Denari.
Il Re di Cuori viene confermato con le stesse modalità dello scorso anno, i tornei saranno Cuori, King e Whist.
Si passa alla scelta dei giochi da tavolo per il Re di Denari. Dopo breve presentazione delle possibili alternative ai giochi noti, scartati altri che verranno presentati nel circuito dei giochi nuovi, si procede con la votazione. Vengono scelti Blokus (8 voti), Coloni di Catan (6 voti), Thurn und Taxis (5 voti) e Keltis (5 voti). L'eventuale quinto gioco, in caso di mancanza di disponibilità della sede per il torneo di Petanque valevole per il Re di Picche, viene scelto King Domino (3 voti alla prima votazione) dopo ballottaggio con Carcassone (6 voti al primo, 3 a Carcassonne al ballottaggio).
Giochi di riflessione per il Re di Fiori. Dopo veloce presentazione dei possibili giochi, si passa subito alle votazioni che vedono prevalere Jaipur (7 voti), Hive (6 voti), Lost cities (5 voti) e Patchwork (4 voti), quest'ultimo dopo ballottaggio con Quarto, Carcassone e Carolus Magnus.
Vengono confermati i seguenti circuiti: King al 1° mercoledì del mese, Burraco al 2° mercoledì del mese e King a coppie al 3° mercoledì del mese, con le medesime modalità della stagione appena conclusa; il circuito di Burraco avrà 2 gironi e finale a 4. Per il circuito di King a coppie si stabilisce di continuare con la modalità delle preiscrizioni via e-mail al fine di incentivare la partecipazione di coppie già formate e viceversa di disincentivare la partecipazione di soci senza compagno/a.
Il 4° mercoledì di ogni mese sarà riservato al circuito di giochi nuovi e alle finali dei tornei del Re di Cuori.
Castore preparerà il calendario prendendo atto di tutte le richieste, dei ponti e delle festività.

7. Varie ed eventuali
In seguito al crollo del ponte Morandi che ha sconvolto la città di Genova lo scorso 14 agosto, la sede del Labyrinth, pur essendo situata a un centinaio di metri dalla stazione Brin della metropolitana, risulta difficilmente raggiungibile: le uniche vie di accesso infatti sono la metropolitana stessa (ma nelle ore serali e notturne limitatamente alla stazione Di Negro), via Borzoli da Sestri Ponente e il tratto autostradale Genova Ovest - Bolzaneto. Temendo un calo di partecipazione ai giochi della nuova stagione, dopo lunga discussione si delibera di dare mandato ai soci di valutare la possibilità di sedi alternative temporanee, limitatamente al periodo di chiusura dei collegamenti viari cittadini - al momento non è noto alcun calendario di riapertura delle strade di collegamento del quartiere di Certosa con Sampierdarena - oltre chè, eventualmente, anche orari e costi.
La proposta viene approvata con 6 voti a favore, 3 contrari e 3 astenuti.
Si delibera inoltre di porre un limite a queste ricerche di un mese e di discuterne, nel caso pervenissero proposte, in un'assemblea straordinaria appositamente convocata. Su questo tema molto sentito si delibera anche di sentire un parere dei soci iscritti alle liste dedalo.
Infine, per questo motivo, la prevista chiusura delle liste dedalo e conseguente migrazione alla nuova lista "news" di genovagioca.it, viene rinviata a fine ottobre.

Non essendoci null'altro da deliberare, l'assemblea si dichiara conclusa alle ore 00.15.

Genova, 14 settembre 2018.

Il Segretario
(Stefano Iacono)
Il Presidente
(Paolo Bianchi)