FAQ

"Cercaparole" e "Completaparole"

Cercaparole e Completaparole sono due differenti giochi di parole ideati per il Maccoquiz. Il Cercaparole è stato usato nelle prime edizioni, dopodichè è subentrato al suo posto il Completaparole.
Alcune regole generali sono uguali, ma la logica dei due giochi è molto differente: nel primo occorre formare il maggior numero di parole utilizzando una serie di lettere o una schema dato, nel secondo occorre invece riempire gli spazi di una griglia data in modo da comporre delle parole. In entrambi i casi esistono varie varianti e sono specificati di volta in volta i criteri cui devono sottostare le parole da formare o cercare.

  1. D: Quale è il dizionario di riferimento di questi giochi?
    R: Lo Zingarelli 2009 sarà giudice di ogni controversia. I concorrenti possono tuttavia indicare l'utilizzo di un dizionario on line (ad esempio il Garzanti); in questo caso è obbligatorio specificare su quale dizionario è stata trovata la singola parola, altrimenti il controllo viene sempre e soltanto effettuato sullo Zingarelli.

  2. D: Parole come, ad esempio, "ESTERNO" ed "ESTERNE" sono valide distintamente o contano come una sola?
    R: Valgono distintamente e contano come due parole diverse.

  3. D: Valgono i nomi propri?
    R: No.

  4. D: Valgono tutte le voci verbali, enclitiche comprese (ad esempio "DARLO")?
    R: Dipende dal testo assegnato. Solitamente sono indicate le tipologie ammesse (aggettivi, avverbi, sostantivi, ecc); se sulle forme verbali non viene specificato nulla allora si intende che valgono anche le enclisi.

  5. D: Le sigle, ad esempio "INAIL", sono ammesse?
    R: Dipende dal testo assegnato. Solitamente non sono esplicitate, pertanto valgono solo se sostantivate, come ad esempio RADAR.

  6. D: Lo spostamento di accento nelle parole fa contare le parole come differenti?
    R: No, lo spostamento di accento non costituisce parola diversa e quindi, ad esempio, destino (il fato), dèstino (voce del verbo DESTARE), destìno (voce del verbo DESTINARE) e destinò (stesso verbo) valgono come una sola parola.

  7. D: Nel Cercaparole, a parità di numero di parole vale la risposta più veloce, la lunghezza non conta?
    R: No, non conta. Nell'ipotesi di un ugual numero di parole inviate, prevale chi per primo ha mandato la risposta.

  8. D: Esiste un numero minimo di parole orizzontali da comporre nel Completaparole?
    R: No, si può mandare anche una soluzione con una sola parola scritta: in questo caso si totalizzerà 1 solo punto.
    Per la formazione delle parole in verticale sono valide solo le lettere che fanno parte delle parole orizzontali; per formare le parole si possono saltare i "buchi" senza lettere, ma non si possono saltare lettere che fanno parte di una parola orizzontale. Ad esempio, se in verticale si allineano le lettere CAMEORA, non è valida la parola CAMERA, mentre se al posto della O ci fosse uno spazio vuoto (CAME-RA), la parola sarà valida.

  9. D: Se scrivo una parola orizzontale su una riga, sono obbligato a usare le lettere preinserite?
    Ad esempio, potrei scrivere una parola di 8 lettere lasciando inutilizzata una O finale? E se sì, posso utilizzare quella O per una parola verticale?
    R: Essendo le righe lunghe 9 spazi ed essendo richieste parole in orizzontale di almeno 8 lettere, è inevitabile che si usino tutte le lettere date sulla griglia. Una parola di 8 lettere con una O finale in aggiunta diventa automaticamente una parola di 9 lettere la quale, se non esiste, annulla la parola stessa e di conseguenza porta alla cancellazione di tutte le lettere che la compongono (lettera O finale compresa).

  10. D: Nel Completaparole si possono comporre solo parole verticali, formando parole orizzontali senza senso?
    R: No, si devono comporre prima le parole orizzontali, poi quelle verticali. Se viene inserita una parola orizzontale non valida (ad esempio è una parola con due enclisi quando ne è permessa una sola) allora la si cancellerà, con conseguente perdita anche delle lettere che formavano le parole verticali.

  11. D: Nel Completaparole, la regola dell'ammissibilità delle parole contenenti "buchi" vale anche per le parole orizzontali? Ad esempio, potrei scrivere DIVE-NIRE?
    R: Sì, vale.

  12. D: Nel Completaparole diagonale valgono le stesse regole sui buchi del Cercaparole, e quindi anche le parole diagonali possono avere buchi?
    R: Sì, per cui, ad esempio, "MULI--NO" è valido. Ovviamente tutte le lettere devono far parte di parole orizzontali valide.

  13. D: Nel Completaparole diagonale una lettera può essere usata per due parole diagonali, una da destra a sinistra e l'altra da sinistra a destra?
    R: La lettera può valere sia in orizzontale che in diagonale in entrambi i sensi, è sulla stessa diagonale che non può essere usata per due differenti parole.

  14. D: In caso di parola non valida (non componibile o non presente sul dizionario di riferimento), sono previste penalità oppure, in caso di dubbio, è meglio scrivere una parola in più piuttosto che una in meno?
    R: Non sono previste penalità. Nel dubbio scrivete pure, ma non approfittate della cosa e non iniziate ad inviare parole errate o inventate! Un giocatore corretto può precisare "parole di cui sono in dubbio" ed inserire la lista. In ogni caso si fa appello al buon senso e alla lealtà dei giocatori; dal canto mio passo al setaccio la soluzione, dunque eventuali parole errate vengono solitamente individuate e scartate.

  15. D: Nel Cercaparole matematico parli di "cifre" che devono restare nello stesso ordine. Confermi che sono le "cifre", oppure sono i "numeri" che devono essere ordinati? Nei due esempi non spezzi mai i numeri di due cifre.
    R: In realtà è più corretto scrivere "numeri". La dicitura significa questo: le lettere della parola non possono essere permutate e, di conseguenza, neppure i numeri corrispondenti. I numeri non possono essere spezzati, quindi la lettera N=12 non può essere scomposta, o spezzata, nelle cifre 1 e 2, ma occorre che resti il numero 12.

  16. D: è possibile avvalersi dell'aiuto di programmi per risolvere i Cercaparole?
    R: è possibile fare uso di qualsiasi strumento si ritenga utile. Pure di consultare tutti gli amici e gli esperti che volete. In ogni caso i quiz sono pensati perchè la soluzione richieda un minimo di ragionamento e soluzioni preconfezionate siano difficili da reperire.

  17. D: Il Cercaparole non mi piace, preferisco i quiz di logica. Posso non partecipare al Cercaparole e partecipare solo agli altri?
    R: Dispiacendomi del fatto che non ti piaccia questo tipo di gioco, sei libero di partecipare ai quiz che più preferisci. Una risposta non data o una risposta errata contano allo stesso modo (ossia 0 punti), tuttavia ricordo che l'inviare anche solo una parola corretta in un quiz Cercaparole assicura almeno 1 punto in classifica.

Nel quiz "Cercaparole", in caso di parità di risposte mandate, conterà la velocità, ossia chi per primo ha risposto. In caso di più invii, conterà sempre soltanto l'ultima risposta mandata. Se dunque oggi rispondete inviando 5 parole e poi ne trovate altre 2 e volete aggiungerle, sarà necessario che rimandiate tutte le 7 parole trovate!
Chi volesse mandare la soluzione via e-mail (ad esempio perchè ha utilizzato un foglio di calcolo Excel) può farlo, ricordatevi tuttavia di inviare comunque la soluzione da questo sito specificando "Soluzione inviata per e-mail".

Bonus quiz

  1. D: Non ho capito la logica del "punto bonus": che differenza c'è con un punto normale?
    R: Nessuna differenza. I punti bonus vengono così chiamati semplicemente perchè non provengono dalla tipologia standard di quiz proposti durante l'anno. Nei quiz bonus è solitamente specificato come accaparrarsi questi punti bonus che vanno direttamente a sommarsi a quelli della classifica generale.

  2. D: Nei bonus quiz conta la velocità?
    R: No, la velocità con cui si risponde non conta a meno che non sia diversamente specificato nel testo.

  3. D: Nei bonus quiz matematici talvolta non esiste una soluzione univoca: si devono mandare tutte le soluzioni possibili?
    R: No, tipicamente è richiesto di mandare una soluzione tra quelle possibili.
    Alcuni quiz chiedono esplicitamente di indicare quante sono le soluzioni possibili: solo in tal caso occorre studiare più a fondo tutte le possibilità per giungere alla soluzione.

  4. D: Non ho capito quante sono le risposte che si possono mandare: se trovo 18 parole nel quiz del vocabolario prendo comunque 7 punti come se ne avessi mandate 14? In caso di numero di risposte dispari?
    R: Sì, si ottengono al massimo 7 punti. Dunque se trovate più risposte, mandatele pure, ma solo per la gloria personale! In caso di un numero dispari di risposte (questo vale solo per il quiz del vocabolario che assegna 1 punto bonus ogni 2 parole) si tronca per difetto, dunque, ad esempio, 5 o 4 parole danno sempre 2 punti.

  5. D: Le vocali da usare sono le cinque AEIOU, ma va bene una parola che ne contenga anche altre? Ad esempio, "autonoleggio"?
    R: No, valgono solo le parole che contengono le 5 differenti vocali, come negli esempi dati dal testo del quiz.

  6. D: Sul quiz dei numeri esotici: hai indicato i vari operatori ma non l'elevazione a potenza, però poi negli esempi la usi. Vale?
    R: Sì, l'elevazione a potenza di solito non è considerata un operatore matematico vero e proprio, in quanto è una notazione per una moltiplicazione ripetuta. In ogni caso, senza entrare in queste disquisizioni accademiche, la si può usare, come peraltro mostra l'esempio.

  7. D: Sul quiz dei numeri esotici: quando dici numeri interi, intendi in senso matematico, cioè anche i negativi?
    R: No: matematicamente si intendono i numeri Naturali positivi (l'insieme N escluso lo zero), dunque non valgono i numeri negativi.

  8. D: Nel gioco "è tutta una questione di 5", si possono usare le parentesi?
    R: Sì, per ogni espressione è possibile usare un numero a piacere di parentesi.

  9. D: Nel gioco "è tutta una questione di 5", le potenze e le radici devono avere solo esponente 5?
    R: Sì. Dunque, ad esempio, l'uso della radice quadra non è consentito.